Pubblichiamo un’anteprima delle foto vincitrici del concorso fotografico “Scatta il diritto umano” edizione 2016 intitolato “Prima le persone, poi le frontiere” Premio Rinaldo Polin, con le motivazioni della giuria.
A breve pubblicheremo tutte le foto in formato digitale.
La Giuria (composta da Dario Antonini, Guido Andolfato, Silvia Mazzon) si è riunita e ha preso le sue decisioni il 5 Dicembre 2017 alle ore 19,00. Le foto esaminate non indicavano il nome degli autori.

concorso foto Amnesty primo premio

1° classificata

n. 7) B – “Independent” – Autore: Marco Favaretto (Monselice –PD)
Motivazione: La foto gioca sul contrasto, fotograficamente ben evidenziato da un efficace bianco e
nero, tra una donna con il burka (a fuoco) e un quotidiano dal titolo evocativo (sfocato),
suggerendo con efficacia il rapporto tra la realtà presente e un futuro sperato.

concorso foto Amnesty secondo premio

2° classificata

n. 1 – “I invade – You invade” – Autore: Francesco Di Giovanni (Giarre – Catania)

Motivazione: Le due immagini accostate costituiscono un dittico: due fotografie molto vivide che mettono in scena delle situazioni emblematiche che, decontestualizzate, sembrano irreali: un africano che lavora con la tecnologia e un europeo nella sua condizione di consumatore. Un palloncino rosso e un’antenna telefonica suggeriscono un’ulteriore interpretazione simbolica delle immagini.

concorso foto Amnesty terzo premio

3° classificata

n. 10 – “Non ho un volto, per questo ti faccio paura. Se mi avvicino mi scopri uguale a te” – Autrice : Paola Musumeci (Montebelluna)
Motivazione: Da un fondo nebbioso emergono, lontane, delle figure che si stanno avvicinando. L’indeterminatezza dello sfondo, su cui si stagliano delle figure umane non ancora riconoscibili, suggerisce con efficacia il messaggio della foto, che gioca sulla compresenza del timore dell’ignoto e della speranza dell’incontro.